Questo è esattamente ciò che l’acquisto delle nostre ricariche fa per il pianeta

Quest’anno, in occasione della Giornata della Terra, abbiamo fatto un grande annuncio. Abbiamo promesso di piantare, proteggere o ripristinare un albero per ogni ricarica venduta durante l’anno. Per portare a termine questa missione, abbiamo collaborato con due partner eccezionali, sostenendo progetti in India e in Kenya con l’obiettivo di coltivare 5 milioni di alberi entro la fine del 2022. Quindi, se hai acquistato una delle nostre ricariche quest’anno, ecco un aggiornamento sull’impatto che hai già avuto nel supportare sia il benessere del pianeta che le comunità locali in queste aree.

 

India

In partnership with EARTHDAY.ORG’s™ The Canopy Project, con l’acquisto di una ricarica contribuisci a ripristinare le Sundarbans, un sito del patrimonio mondiale delle Nazioni Unite e la più grande regione deltizia del mondo. Questa zona è stata purtroppo duramente colpita dal cambiamento climatico, che ha causato la distruzione delle sue foreste di mangrovie. Per contribuire a rimettere in salute quest’area, l’obiettivo di questo progetto è piantare, proteggere e ripristinare gli alberi di mangrovie che forniscono protezione vitale e habitat ricchi di nutrienti. Perché è così importante? Abbiamo intervistato la direttrice regionale del progetto, Karuna Singh, per avere un quadro completo dei progressi di questo progetto e dell’impatto che sta avendo, non solo sul suolo e sulle foreste, ma anche sulla comunità locale. 

 

Rituals: Cosa hanno di speciale le Sundarbans e perché sono state scelte per questo progetto? 

 

Karuna: Diversi rapporti spiegano che questo sito è uno degli ecosistemi più ricchi del mondo, ma oggi questa incredibile ricchezza naturale è in grave pericolo. Spesso si verificano alluvioni e tempeste cicloniche, che hanno liberato spazio nelle foreste consentendo al vento di passare liberamente. Ora, l’acqua salmastra ha raggiunto l’entroterra. Il ripristino degli ecosistemi di mangrovie può contribuire alla resilienza climatica della comunità contribuendo a preservare la biodiversità e ad assorbire le emissioni di gas serra. Poiché l’area è composta da distese fangose, a meno che non facciamo qualcosa per proteggerla ora, molte terre andranno perse. 

 

 

Rituals: Quanto sono importanti le mangrovie in quest’area? 

 

Karuna: La gente del posto considera le mangrovie una salvezza. Agiscono come bio-scudi e più densa è la copertura di mangrovie, meno venti possono attraversare l’area con la loro intensità disastrosa. Altrettanto importante, le mangrovie formano dighe naturali che respingono le altee maree e rafforzano gli argini vulnerabili che così non vengono spazzati via. Tutto ciò fornisce rifugi sicuri per la prosperità di diverse specie costiere e marine.  

 

Rituals: In che modo questo progetto sta aiutando la comunità?

Karuna: Dalla raccolta dei semi alla cura dei vivai alla semina e alla protezione delle mangrovie, tutto sarà fatto dalla gente del posto. Questo sarà il punto di partenza per il miglioramento economico. Con argini più sicuri e la possibilità di ridurre gli effetti dei cicloni, le comunità non dovranno sostenere i costi onerosi della ricostruzione dopo i disastri. Gli abitanti coinvolti nel progetto riceveranno un’adeguata formazione per lo sviluppo delle competenze necessarie e potranno continuare a piantare anche una volta terminato il progetto. Anche il turismo riceverà una spinta, con maggiori guadagni per la comunità.

Rituals: Quanta differenza avrà fatto questo progetto tra 5-10 anni?

Karuna: Le mangrovie sigillano una quantità di carbonio quattro volte superiore rispetto ad altri alberi, quindi a lungo termine, i 2 milioni di mangrovie che stiamo piantando, proteggendo o ripristinando daranno origine a un serbatoio di carbonio sostenibile. Le Sundarbans ospitano 4,5 milioni di persone e la città circostante Calcutta ne ospita 30 milioni. Questo progetto darà lavoro a centinaia di persone fornendo anche alle loro famiglie un’entrata economica immediata. Nei prossimi cinque anni, le piantagioni di questo progetto miglioreranno significativamente la resilienza di quest’area ai rischi climatici. 

 

Rituals: Qual è la giornata tipica delle persone che lavorano al progetto? 

Karuna: Babu (il responsabile del vivaio) e il suo collega Mithun controllano il vivaio. Babu ha installato telecamere a circuito chiuso in tutto il vivaio e la prima cosa che fa al mattino è controllarle. Osserva la marea dal vivo attraverso le telecamere e poi chiama il resto del personale affinché raggiunga il vivaio se la marea è bassa. Scorre indietro le registrazioni per determinare quanto tempo è trascorso tra l’alta marea e la bassa marea. In questo modo ha un’idea di quanto tempo è disponibile per il lavoro. Chiama il suo collega Yakub Kaka (kakà è un modo informale per dire “signore” o “zio”) che ha il compito di organizzare il lavoro.  

 

Mithun registra le attività del vivaio tra cui il numero di letti completati e il numero di propaguli (semi germinati) che sono stati piantati. Babu e Mithun discutono con Animesh (il nostro contabile e responsabile dell’acquisizione dei semi) quali semi sono necessari e in quali quantità. Animesh, quindi, organizza l’acquisizione dei semi da varie isole e va a raccogliere i propaguli con Mithun.  

 

Manir (il nostro manager) si reca dai capi villaggio e fa in modo che gli operai preparino la terra per la semina. Gli abitanti del villaggio conoscono già gli innumerevoli benefici delle mangrovie, ma dopo aver conseguito un master in botanica, Manir condivide con loro le sue dettagliate conoscenze della specie. Insieme al suo collega Siddharth, Manir mappa i luoghi in cui vengono piantati gli alberi e discute le aree che necessitano di preparazione del terreno e altre misure di protezione che devono essere intraprese. 

 

Animesh raccoglie tutti i dati che riguardano le spese sul campo e altri requisiti del vivaio. Siddharth tiene traccia di tutti i progressi con ispezioni in loco, visite a sorpresa sul campo e comunicazioni costanti con il resto del personale. Pianifica un programma settimanale con l’aiuto del suo collega Anilji e tenendo conto del calendario lunare. Una volta impostato il programma, esaminano tutte le attività in sospeso e stabiliscono le scadenze.

 

Kenya 

In collaborazione con ClimatePartner, acquistando le nostre ricariche contribuisci anche a ripristinare le foreste di mangrovie a Tudor Creek, un’altra area che necessita di interventi vitali di conservazione. Ecco 5 motivi per cui è stata scelta quest’area e come questo progetto aiuterà a proteggerla. 

 

1. Rischia di essere sommersa dall’innalzamento del livello del mare 

Tudor Creek è un ecosistema periurbano minacciato sia dal cambiamento climatico che dalla crescita della città di Mombasa. La città di Mombasa, con una popolazione di 10 milioni di persone, rischia di essere sommersa dall’acqua se il livello del mare aumenta solo del 2%.  

 

2. Un tempo ospitava una rigogliosa foresta di mangrovie 

Quest’area un tempo era ricoperta da 1.641 ettari di mangrovie e ospitava molte specie di piante e animali. Tuttavia, nel tempo, a causa delle piogge di El Niño del 1997 e delle continue attività antropogeniche (inquinamento provocato dall’uomo), le foreste di mangrovie si sono esaurite e ciò ha influito sulla biodiversità. 

 

3. La biodiversità del territorio è un beneficio per le mangrovie 

L’ecosistema delle mangrovie sostiene le popolazioni di insetti, crostacei e pesci, oltre alla crescita di alberi e della flora e fauna terrestri. Grazie ai continui sforzi di ripristino, notiamo lentamente l’aumento degli stock di pesci e granchi. 

 

4. L’aumento dello stock ittico supporta il sostentamento 

Oltre a limitare gli effetti del riscaldamento globale, l’aumento dello stock ittico crea mezzi di sussistenza sostenibili per le comunità. Inoltre, il progetto contribuisce a educare la gente del posto sulla conservazione dell’ambiente. In misura ancora più importante, gli sforzi di ripristino vengono profusi principalmente da donne che si guadagnano dai vivai e dalla vendita di piantine.  

 

Vuoi sostenere questi progetti? Per ogni ricarica venduta, continueremo a piantare, proteggere o ripristinare un albero per tutto l’anno. Per aiutarti, abbiamo creato una pratica guida alle ricariche che mostra la nostra selezione completa di prodotti ricaricabili. Resta sintonizzato per ulteriori aggiornamenti su questi progetti e sui progressi che stiamo realizzando nella nostra missione di coltivare 5 milioni di alberi.