Una guida semplice: come estrarre la cera della candela dal vasetto 

Vuoi riutilizzare il vasetto della tua candela? Ecco quattro modi in cui puoi rimuovere i residui di cera e dare nuova vita al vasetto.

 

Ti sei mai chiesto come rimuovere la cera della candela dal vasetto? Bene, non chiedertelo più: abbiamo la risposta. Lo sappiamo, è sempre triste quando si vede la propria candela preferita spegnersi per l’ultima volta. Tuttavia, quando una porta si chiude, se ne apre un’altra. Da un vaso per le piante a un porta pennelli per il make-up, ci sono moltissimi modi in cui puoi riutilizzare il vasetto della tua candela ma prima devi rimuovere da lì fino all’ultimo residuo di cera. Fortunatamente, farlo è semplicissimo. Ecco quattro metodi per rimuovere la cera delle candele che puoi provare. 

 

Versa dell’acqua calda 

Un metodo molto semplice è versare acqua bollente nel vasetto. Se il vasetto è di vetro, tienilo qualche secondo sotto l’acqua calda affinché si riscaldi per evitare che si rompa. Per le cere morbide (come la soia) non hai nemmeno bisogno di acqua bollente, ti basta alzare il rubinetto al massimo.  L’acqua calda scioglierà la cera che si staccherà dal fondo. Una volta raffreddata l’acqua, puoi versarla in un colino per raccogliere la cera e poi smaltirla. Questo è il metodo migliore da utilizzare anche con le candele più grandi.

 

Immergi il vasetto in acqua calda

Questa è un’ottima scelta per le candele più piccole. Se  il vasetto è abbastanza piccolo da stare in un pentolino, riempilo d’acqua in modo da circondare il barattolo, ma senza che l’acqua fuoriesca dalla parte superiore (come a bagnomaria). Metti il pentolino sul fuoco e alza la fiamma fino a quando la cera non si sarà sciolta. Una volta raffreddato il vasetto, raschia la cera sciolta con un cucchiaio e pulisci con un tovagliolo di carta o un vecchio straccio.  

Metti il vasetto nel congelatore 

Metti la candela nel congelatore per alcune ore o per tutta la notte. Se la cera non fuoriesce quando la togli dal congelatore, utilizza un coltello da burro per tagliare la cera a pezzetti e rovescia il vasetto finché la cera non verrà via completamente.  

 

Usa un asciugacapelli 

Accendi l’asciugacapelli e aumenta il calore. Dirigi il flusso di aria calda sulla cera finché non inizia a sciogliersi e poi, usando un tovagliolo di carta o un vecchio straccio, pulisci la cera ammorbidita.  

 

Cosa non fare 

Ecco alcune cose che potresti pensare di fare... ma che non devi assolutamente fare.  

 

Non mettere la candela nel microonde. La candela farà fumo e riempirà il microonde, innescando un potenziale rischio di incendio. 

  

Non lavare i resti in lavastoviglie. Neanche gli ultimi piccoli residui! Potrebbe sembrare una buona idea ma, come ti direbbe uno dei miei colleghi, in realtà non lo è. I tuoi utensili da cucina avranno il sapore del legno di sandalo per molto, molto tempo.  

Jessy Deans

Jessy Deans

Jessy Deans is a copywriter with a strong appetite for thought-provoking stories, travel and anything covered in white chocolate. With a background working in the fast-paced television industry, she has learnt the importance of self-care and downtime and believes there’s no such thing as too many candles. She is passionate and committed to her lifelong search for the perfect meal and subscribes to the doctrine that ‘if you can’t love yourself, how are you going to love somebody else’ (Ru Paul).