Giorno 5: Come sfruttare la mindfulness per alleggerire le grandi preoccupazioni della vita.

Dalla gestione dell’incertezza alla solitudine, fino all’insoddisfazione nella vita, la mindfulness può aiutarti ad affrontare i momenti più duri. Ecco come

 

Nel video “Mindfulness per la vita di oggi”, Ruby analizza le realtà della vita con il nostro direttore creativo Dagmar Brusse rivelando come la mindfulness può aiutarci a perseguire una strada tranquilla.   

 

LA LETTURA DI OGGI: in che modo la mindfulness può aiutarti ad avere una migliore visione d’insieme

Siamo arrivati all’ultimo giorno di questa Masterclass di mindfulness! Finora, abbiamo visto come la mindfulness può dare una mano ad affrontare i momenti più acuti di stress, ma può anche aiutare a elaborare le preoccupazioni più grandi, che ci tengono svegli la notte. Man mano che la pratica della mindfulness diventa una normale abitudine nei ritagli di tempo della giornata, il passaggio successivo sarà quello di riflettere profondamente sul tuo io interiore e utilizzare la mindfulness per mettere alla prova il tuo pensiero su questioni più profonde. 

 

“La conoscenza è tutto. Attraverso la mindfulness impari qualcosa su di te, quali sono le cause scatenanti del tuo stress e che dovresti avere un po’ di compassione per te. Perciò quello che non bisognerebbe fare è pensare “Oh santo cielo, questo è il mio comportamento tipico”, che è quello che si fa normalmente,” sostiene la nostra ambasciatrice per la mindfulness, Ruby Wax. “Devi invece imparare a dire “Sono nato così, i ricordi che ho nella testa non sono colpa mia. Sono stati i miei genitori a metterceli, è stato il mio passato, ma ora è tutto perdonato, è tutto finito”. 

 

Durante la pandemia, che molto probabilmente è stato il periodo di preoccupazione maggiore che il mondo intero ha dovuto affrontare da molti anni a questa parte, Ruby ha osservato in che modo le persone hanno affrontato le avversità e perché molte di loro hanno fatto fatica. “Non eravamo per niente pronti perché all’improvviso siamo stati obbligati a dover avere a che fare con quelle che io chiamo le “grandi sei”: emozioni difficili, incertezza, solitudine, cambiamento, insoddisfazione e morte. Avremmo dovuto imparare ad affrontarle quando eravamo bambini, ma dato che cerchiamo sempre di evitare tutto ciò che ci risulta spiacevole o doloroso, non ci rendiamo conto di quando ci piombano in casa e, in quel momento, ci annichiliscono”. E sfortunatamente la pandemia ha dimostrato che tutto ciò è effettivamente vero. All’improvviso abbiamo dovuto affrontare tutte le “grandi sei” insieme, in contemporanea, tanto che il primo anno di pandemi l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha rilevato un aumento globale del 25% di ansia e depressione. Trovare un modo per affrontare le emozioni quando capita una cosa tanto enorme è uno strumento essenziale per la vita.  

 

“Se sai come restare fermo utilizzando le tecniche di mindfulness, tutto cambia,” afferma Ruby. “I problemi non scompariranno, non c’è nulla che si possa fare, ma è possibile calmare il cervello, cosa che ti aiuterà ad affrontare molto meglio la realtà. Alla fine riuscirai a capire dove puoi agire e quali sono le situazioni in cui non puoi fare nulla”. 

 

Aumentare la compassione del sé con la mindfulness

Sebbene le “grandi sei” siano inevitabili, un po’ di compassione per sé può migliorare di gran lunga la nostra concentrazione nei momenti di riflessione.  “Quando si prova compassione per il sé, il nostro cuore si apre e il corpo produce un ormone chiamato ossitocina. Si tratta dell’ormone dell’amore,” spiega Ruby. Reagire da una situazione di amore, gentilezza e compassione può permetterci di moderare i pensieri negativi e porterà sempre a un risultato migliore rispetto a quando si reagisce da una situazione di paura, rabbia o risentimento.  

 

La maggior parte di noi fatica ad avere pensieri gentili nei propri confronti, perciò Ruby suggerisce di cominciare la pratica della compassione pronunciando parole gentili a coloro a cui si vuole bene, ad esempio mandando un pensiero carino alla propria nonna, ad es. “Spero tu sia felice”, oppure guardando il proprio gatto e dicendogli quali sono tutti i motivi per cui si è felici di vivere con lui. “Mandare un pensiero carino a un’altra persona ci permette di aprire i nostri cuori alla compassione, anche nei nostri confronti. È possibile che il corpo, aprendo il cuore a questa nuova procedura, dia sensazioni diverse, mai provate,” afferma Ruby. Una volta che ci si sentirà più sicuri di sé con questi pensieri positivi sulle altre persone e ci si sentirà più aperti, allora sarà il momento di cominciare a rivolgere i pensieri positivi verso di noi.  

 

Il segreto della mindfulness è la ripetizione. La compassione per il sé potrebbe non essere facile, ma bisogna cercare di ripetere queste frasi positive, per allenarsi a provare gioia. “Alcuni di noi sono così abituati alla rabbia, al risentimento, all’invidia o a pensieri autocritici (ad es. non sono abbastanza),” sostiene Ruby. “A meno che non si sia persone naturalmente compassionevoli o amorevoli, cosa che richiede un allenamento completamente diverso”. 

 

Pertanto, che sia il momento di panico prima di una presentazione, gli occhi sbarrati alle 3 di notte perché non si riesce a dormire da una generica preoccupazione, praticare giornalmente le diverse sfaccettature della mindfulness può aiutarci a fare un passo in avanti verso i cambiamenti della vita, piccoli o grandi che siano.  

L’ATTIVITÀ DI OGGI: la mindfulness per l’incertezza

Il futuro non dipende da noi e l’incertezza è una preoccupazione universale per molte persone. Tuttavia, senza l’incertezza non c’è sorpresa e, sebbene non si stia dicendo che non si debba fare dei programmi (perché altrimenti non ci sarebbe progresso), questo esercizio ti aiuterà a comprendere che l’incertezza è positiva e che ormai dovresti avere l’abitudine ad affrontarla. 

  

Scrivi un momento della vita in cui ti sei trovato a un bivio. Quindi pensa a queste situazioni e a quello che pensavi sarebbe successo in seguito: 

  

* Quando hai finito la scuola 

* Quando hai trovato il tuo primo lavoro 

* Quando ti sei sposato/a o sei andato/a a vivere con il tuo/la tua partner 

* Dopo che hai avuto dei figli (se ne hai avuti) 

* Dopo la fine del lockdown 

  

Ora scrivi accanto a ognuno ciò che è effettivamente successo. Questo esercizio ti aiuterà a comprendere che sei molto più capace di affrontare l’incertezza di quanto la tua mente ti porti a credere.  

 

Complimenti per aver completato la nostra Masterclass di mindfulness di 5 giorni per la vita di oggi con Ruby Wax. Speriamo che tu abbia appreso dei trucchetti utili e abbia trovato molti spunti per stressarti di meno e restare più calmo, nonostante quello che la vita ha in serbo per te. Desideri esplorare le nostre altre Masterclass? Fai clic qui per vedere tutti gli altri programmi gratis a disposizione.