Giorno 4: Perché abbiamo tutti bisogno di un meccanismo di difesa per i momenti più stressanti della nostra vita?

Qualunque sia la situazione, al lavoro o a casa, Ruby ti rivelerà come utilizzare la mindfulness per affrontare i momenti di stress

 

Nel video “Mindfulness per la vita di oggi”, Ruby spiega al nostro direttore creativo Dagmar Brusse come vivere una vita felice e piena di sentimento riducendo l’ansia e lo stress sul cervello.  

  

LA LETTURA DI OGGI: i trucchetti di mindfulness per affrontare le situazioni stressanti 

Il mondo sta diventando un luogo estremamente stressante in cui vivere: secondo noi, la maggior parte delle persone la pensa proprio come noi. Gli uffici e i luoghi di lavoro in generale stanno diventando ricettacoli di ansia e preoccupazione tanto che nel 2019 l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha identificato il burnout da lavoro come un fenomeno occupazionale globale. 

  

Non sono solo i luoghi di lavoro che generano una cultura di stress apparentemente incessante, sono tutti gli aspetti delle nostre vite, dall’avere figli alle nostre relazioni con gli amici e i familiari, fino all’insaziabile necessità che proviamo di stare al passo con chiunque e qualsiasi cosa vediamo sui nostri smartphone. Grazie alle precedenti giornate di Masterclass abbiamo imparato che è importante che un po’ di stress sia presente nelle nostre vite, ma quando questo raggiunge un livello cronico e costante, in cui le cose si fanno estremamente serie, è questo il momento in cui bisogna ricorrere alla mindfulness. “So che quando ho a che fare con una situazione che mi fa arrabbiare le spalle mi si irrigidiscono, non riesco a respirare e ho circa due secondi per modificare questa reazione utilizzando la mindfulness,” spiega Ruby. In quest’ottica, abbiamo chiesto a Ruby di condividere con noi le sue tecniche di mindfulness che possano dare una mano in quattro diverse situazioni stressanti, e possano aiutare a sbollire un po’ e ad affrontare le situazioni nella maniera più calma possibile. 

 

1° rompi-stress: Avere a che fare con estranei antipatici 

“Affrontare un estraneo conflittuale può essere scoraggiante, ma invece di arrabbiarsi bisogna concentrarsi sulla sopracciglia o sulla narice sinistra della persona (o comunque bisogna scegliere un punto che sia vicino all’occhio, in modo che sembri che la si stia guardando negli occhi) per studiarla in dettaglio: i peli, i pori, il colore, ecc. La persona non saprà mai che non la state ascoltando, perché la state guardando. Vorrà “vomitarti” addosso tutta la sua rabbia, affinché tu faccia lo stesso, mentre tu sei invece concentrato e ti rimbalzerà addosso”.  

 

2° rompi-stress: Affrontare il tuo partner quando non ha ragione (e tu sì) 

“Quando ti rendi conto che state per litigare, mantieni il tono di voce uniforme e basso e di’ che hai necessità di andare in bagno e che tornerai subito. Vai a sederti in uno spazio chiuso e cerca di concentrarti su alcuni respiri (puoi farlo ascoltando l’audio guidato di oggi di Ruby, che trovi qui sotto). Anche se non ci riesci, almeno hai fatto una pausa per qualche minuto, cosa che dà a entrambi la possibilità di fare abbassare il livello di adrenalina e rivalutare la situazione. 

 

3° rompi-stress: Avere a che fare con i tuoi figli 

“Se hai un battibecco con i tuoi figli: “È colpa tua”. “Non è vero, è colpa tua,” ecc. Prova questo esercizio. Poiché sei tu il genitore, è il tuo momento di fare silenzio. Di’ ai tuoi figli che hanno un minuto (imposta un timer sul telefono) per darti la loro versione dei fatti, senza che tu li interromperai. Mentre si sfogano, tu cerca di concentrarti sui suoni che emettono, ascolta le loro grida come se fossero solo rumore e non farti prendere dalla loro sceneggiata. Dopodiché puoi concentrarti su quello che stanno dicendo, per vedere se il loro tono è in qualche modo cambiato, se sono più calmi. Il vantaggio di questo esercizio è che probabilmente saranno esausti per aver avuto uno scatto d’ira e tu avrai permesso ai tuoi livelli di cortisolo di abbassarsi, concentrandosi sui suoni emessi dai tuoi figli piuttosto che innervosirti per quello che ti hanno detto”. 

 

4° rompi-stress: Affrontare un amico che ti ha deluso 

“Può essere difficile comprendere perché qualcuno che ti è vicino voglia deluderti, ma se dovesse succedere, prendi nota delle tue reazioni. Qualunque esse siano, non importa. Trattenere il tuo istinto di esprimere direttamente le tue azioni, potrebbe non essere la cosa più utile. Se ti siedi e ti concentri sui tuoi sentimenti spontanei, la tua mente si calmerà e, alla fine, riuscirai a trovare una strategia più equilibrata, al fine di capire cosa c’è alla base del problema senza avere la visione ottenebrata dalle precedenti cause scatenanti. È necessario parlare con l’amico, altrimenti nulla si risolverà. Se non ti darà una risposta, non varrà la pena mantenere il rapporto, ma se ti dice la verità, allora sì che dovrai cercare di tenertelo stresso, perché pochissime persone sono in gradi di farlo”.

L’ATTIVITÀ DI OGGI: un’audio-guida per i momenti più stressanti 

Oggi potrai ascoltare una meditazione guidata, creata da Ruby, che puoi praticare giornalmente per esercitare i tuoi muscoli della mindfulness. È anche una fantastica risorsa da utilizzare in un momento d’emergenza, nel caso di uno stress inaspettato.

 

 

Dall’affrontare l’invidia e l’incertezza, fino alla solitudine e persino alla morte, il 5° giorno della nostra Masterclass di mindfulness rivela in che modo la mindfulness può aiutarti a muoverti e ad avere a che fare con i momenti più difficili della tua vita.