Giorno 4 - Felicità, gioia e divertimento: perché conoscere la differenza è fondamentale

Ammettiamolo, siamo esseri complessi che sperimentano una vasta gamma di emozioni positive, negative e neutre. Oggi ci concentriamo sulle emozioni che sono spesso considerate intercambiabili: felicità, gioia e divertimento. Potresti pensare che siano abbastanza simili, ma l’ambasciatore della felicità Mo Gawdat la pensa diversamente.  

 

Ieri abbiamo condiviso l​Equazione della Felicità di Mo, una formula che rivela il segreto della felicità: quando le tue aspettative sono uguali o superiori alla realtà degli eventi, allora sei felice. Ma in che modo la felicità differisce dal divertimento e dalla gioia? Continua a leggere per scoprire le differenze e come il comprendere le sfumature può trasformare in meglio la tua vita. 

 

Rivelazione: Gioia e divertimento in relazione alla felicità 

Il divertimento è definito nel dizionario come “svago, passatempo o piacere spensierato”. Se hai la mentalità giusta, il divertimento è meraviglioso, ma se non sei felice, può essere facilmente considerato una fuga dalla vita quotidiana, dalle paure e dalle responsabilità. Come diceva giustamente il romanziere Will Thomas, “non c’è paura quando ci si diverte”. E così, molti di noi scambiano la vera felicità con ciò che Mo chiama armi di distrazione di massa: feste eccessive, bere, mangiare e altro ancora. 

 

 

Ricorda sempre: Il divertimento e il piacere in qualsiasi forma sono sempre e solo uno stato di fuga temporaneo, uno stato di inconsapevolezza.

Mo Gawdat.

Ovviamente anche il divertimento dal punto di vista biologico conta! Il sesso ci procura piacere e questo spinge la nostra specie a riprodursi. Ma alcuni cercano il divertimento come un modo per intorpidire il dolore e la sofferenza. E il divertimento è un efficace antidolorifico: imita la felicità spegnendo il pensiero incessante che può sopraffare il nostro cervello. Sfortunatamente, però, il divertimento non dura per sempre e sicuramente non risolve i problemi alla base. Nell'ottica giusta, il divertimento non è qualcosa di negativo, ma dovrebbe essere visto come un integratore di felicità piuttosto che un antidolorifico. La prossima volta che ti diverti, chiediti “Sto usando questo momento di divertimento come via di fuga?” 

 

La gioia, dall’altra parte, è “uno stato di felicità ininterrotta”, osserva Mo. “Uso il termine gioia qui, in modo approssimativo, perché sfortunatamente la lingua inglese non è dotata di un termine che descriva questo stato in modo accurato. Pace interiore, quiete, calma: tutti questi stati d’animo si avvicinano molto al significato di gioia. Forse un miscuglio di tutti questi termini è la soluzione più efficace, ma nessuno di loro, da solo, rende il vero significato”.  

 

È possibile trovare gioia nella vita di tutti i giorni, ma proprio come quando descrivi il profumo di una rosa a qualcuno che non ha il senso dell’olfatto, la vera gioia è qualcosa che conosci quando la provi. La gioia emerge da una profonda comprensione che la vita, “con le sue possenti ruote in movimento, si comporta sempre come ha sempre fatto e sempre farà. Tutti incontreremo dossi e buche sulla strada della vita, ma con una mentalità gioiosa ci si può realisticamente aspettare qualche difficoltà lungo il percorso. Se capiamo che la gioia può essere trovata nei piccoli momenti, non solo nei grandi, allora la troveremo.  

 

La vera gioia è essere in armonia con la vita esattamente così com’è

Mo Gawdat.

Raggiungere uno stato di pura gioia non è facile. Ci vuole impegno e ti richiede di lavorare sulla tua felicità ogni giorno.  

 

ATTIVITÀ DI OGGI PER LA FELICITÀ 

Prova a scrivere una lettera al tuo io futuro. Come sappiamo dal Giorno 3 della Sfida della Felicità, esiste una formula per la felicità: sei felice quando la vita soddisfa le tue aspettative. La gioia, tuttavia, è la pratica di essere felici più frequentemente, indipendentemente da ciò che la vita ti riserva. La gioia richiede una profonda connessione con te stesso e con il resto del mondo. Quindi, tenendo questo in mente, come sarebbe per te una vita piena di gioia? 

 

Scrivi una lettera al tuo io tra dieci anni. Dove sarai? Cosa starai facendo? Quali saranno le speranze e i sogni per te stesso e per i tuoi cari? All’inizio potrebbe sembrare un po’ strano, ma continua a farlo, questo è un esercizio davvero potente. Suggerimento: Se hai bisogno di un punto di partenza, dai un’occhiata alla tua Lista della Felicità dal giorno uno per trovare ispirazione. 

 

Clicca qui per La Sfida della Felicità - Giorno 5.