Giorno 12 - Le lezioni che tutti dovrebbero conoscere per vivere una vita piena e felice

C’è una cosa che accomuna tutte le persone su questo pianeta: un giorno ce ne andremo. Sono in molti a non volerci pensare e, sicuramente, si tratta di un argomento che molti temono. Questa fobia ha anche un nome, tanatofobia. E, come abbiamo rivelato in questo articolo su come affrontare le, paure, se la riconosci e la spogli, puoi iniziare a capire perché ti spaventa e come affrontarla.

 

Ma non tutti temono la morte. In alcune società e culture, i funerali sono una celebrazione piuttosto che una commiserazione. Invece di essere tristi per una vita che è finita (mentalità “bicchiere mezzo vuoto”), si celebra ciò che è stato (mentalità “bicchiere mezzo pieno”). Ad esempio, a New Orleans c’è un evento chiamato funerale jazz che si tiene principalmente in onore dei musicisti scomparsi, ma chiunque può richiederne uno. Il corteo funebre, banda inclusa, inizia in chiesa o nella camera mortuaria con musica lugubre, ma una volta sepolta la persona amata, il corteo diventa allegro. Un’atmosfera di festa riempie le strade e i passanti possono unirsi e festeggiare.

Anche se nessuno di noi sa se la morte è veramente la fine, quello che sappiamo è che è la fine della nostra vita sulla terra. Oggigiorno, ci sono tanti motti che ci ricordano di vivere al meglio ogni momento, il più famoso dei quali è il latino carpe diem, che si traduce in cogli l’attimo. Certo, non è realistico cogliere ogni momento, gettando al vento la prudenza e vivendo una vita alimentata dai nostri desideri: abbiamo pur sempre delle responsabilità, come bollette da pagare e commissioni da sbrigare (quel pavimento non si pulirà da solo!). Ma nel suo libro, Solve for Happy, Mo Gawdat condivide tre lezioni sul tema della morte che possono cambiarci la vita e che tutti dovrebbero imparare. Solo se affronti la morte puoi vivere una vita piena e felice.

 

Lezione numero uno: La morte è inevitabile

Non puoi combattere la morte. La cosa migliore che puoi fare è arrenderti al fatto che un giorno tutti noi ce ne andremo. Prendi questo momento per capovolgere quel pensiero, il fatto che un giorno morirai significa che sei stato abbastanza fortunato da vivere su questa terra.

 

Lezione numero due: La vita è adesso

Mo descrive l’inizio e la fine della vita come le copertine di un libro, e non contano tanto quanto la storia all’interno. Pensaci, come vivresti oggi se sapessi che è l’ultimo giorno della tua vita? Certo, potresti non essere sdraiato a prendere il sole su una spiaggia a Bali, ma oggi puoi prenderti il tempo per goderti ogni singolo momento. Come osserva Mo, se sapessi che il pasto di oggi è l’ultimo, ti preoccuperesti per la maleducazione del cameriere o saresti troppo impegnato ad assaporare ogni boccone? Se fossi bloccato nel traffico, suoneresti con rabbia il clacson o alzeresti la radio e canteresti a squarciagola? Ogni giorno non può essere perfetto, ogni giorno non è una vacanza, ma possiamo trovare la felicità nei momenti più piccoli, ogni singolo giorno. 

 

 

Lezione numero tre: La vita è un prestito

Veniamo tutti al mondo senza niente e tutti noi ce ne andiamo senza niente. Le nostre cose materiali non sono realmente nostre, le stiamo semplicemente prendendo in prestito durante la nostra permanenza su questa terra. Anche se può sembrare un po’ triste, non deve esserlo, infatti, la verità può liberarti. “Se non ho niente di mio, allora non ho niente da perdere", scrive Mo. “Ogni volta che qualcosa esce dalla mia vita, viene creato spazio per far entrare cose nuove.” Niente dura per sempre, tutto ciò che possiamo fare è goderci il flusso della vita, assaporare i bei tempi e imparare da quelli cattivi.

 

ATTIVITÀ DI OGGI PER LA FELICITÀ

Pensa a tutte le esperienze che vorresti vivere prima di morire. Perché non creare un elenco di “cose da fare” che ti incoraggi a sfruttare al meglio ogni momento? Hai sempre desiderato percorrere il Laugavegur Trail in Islanda, trascorrere una notte sotto le stelle nel Sahara o esprimere un desiderio davanti alla Fontana di Trevi? Riempi la tua lista di esperienze meravigliose che non vedi l’ora di realizzare. Ora, scegline una e fai un piano in modo di realizzarla quest’anno. Ricorda: spesso sogniamo le cose che vorremmo fare e pensiamo sempre di avere il tempo per farle, ma questo non possiamo saperlo. Vivi ogni giorno come se fosse l’ultimo.

 

Clicca qui per La Sfida della Felicità - Giorno 13.